Areco
5x1000 per Areco

Home - Areco - Spazio stampa

PAVIA, CHIRURGHI LOMBARDI A CONGRESSO (La Provincia Pavese)
PAVIA. Sabato 11 maggio il collegio Borromeo ospiterà il XV° congresso regionale dell'Acoi (Associazione chirurghi ospedalieri italiani). L'incontro vedrà riuniti i chirurghi dell'Azienda ospedaliera e del San Matteo coordinati da Giorgio Bottani, primario di Mortara. Da anni Pavia non ospitava una riunione scientifica regionale dedicata alla chirurgia. Oltre ai rappresentanti delle scuole pavesi saranno presenti chirurghi delle altre province lombarde, con la presenza di colleghi liguri, piemontesi e veneti.

Il programma della giornata si annuncia molto interessante. Al mattino aprirà i lavori Enrico Croce, presidente della Società italiana di chirurgia.

Furio Ferrante presiederà poi una sessione sul tema "II carcinoma del retto in Lombardia", durante la quale verranno riferite l'incidenza della malattia e le esperienze di screening sulla popolazione promosse dall'Asl di Pavia e dalla Regione.

Seguirà una sessione sulle problematiche medico-legali presieduta da Fabio Buzzi, con la presenza del sostituto procuratore Mauro Vitiello e dell'avvocato Giuseppe Roccioletti. La terza sessione del congresso, coordinata da Carlo Corsi (del San Paolo di Milano) e Riccardo Pugliese (del Niguarda di Milano), sarà dedicata al trattamento del cancro del retto: riferiranno la loro esperienza Ermanno Leo (Istituto dei Tumori-Milano), Riccardo Sampietro (San Carlo-Milano), Giorgio Bottani (Mortara), Marco Azzola (Sondrio), Lorenzo Novellino (Bergamo), Franco Puccio (Desenzano), Sergio Savio (Erba-Como). Sono previsti anche gli interventi dell'oncologo Attardo e del radioterapista Pietro Franchini.

Domenico Vlacos, direttore sanitario dell'Azienda ospedaliera, presiederà una sessione dedicata alla qualità della vita in rapporto ai trattamenti previsti per il tumore del retto. Parteciperanno i chirurghi Creperio e Greco di Milano: un paziente operato a Mortara riferirà la sua esperienza. Nel pomeriggio, dopo l'assemblea dell'Acoi, sarà compito di Gennari, dell'Humanitas, parlare delle recidive e dei trattamenti integrati.

Toccherà poi a Massimo Gazzaniga, primario a Genova ma oltrepadano di origine, già presidente della Società italiana di chirurgia, presiedere la sessione sul trattamento delle metastasi epatiche: l'incontro sarà moderato da Eugenio Forni, con la partecipazione di Aris Zonta, Luigi Bonandrini, Domenico Forti (Niguarda-Milano), Paolo Tenchini (San Carlo-Milano), Marcolli (Sondrio) e Torzilli (Lodi). Si parlerà delle indicazioni al trattamento resettivo, del ruolo dalla laparoscopia, di radiofrequenza, alcolizzazione, embolizzazione e chemioterapia. Verranno quindi considerate le prospettive future come l'ecografía endorettale, gli interventi tridimensionali, la perfusione ipertermico-antiblastica nelle forme avanzate e la chirurgia robotica per il cancro del retto.

Il congresso del Borromeo terminerà con un confronto tra chirurghi e giornalisti. Alla tavola rotonda parteciperanno Stefano Tinozzi (direttore della Patologia Chirurgica II del San Matteo), Carlo Rossella (direttore del settimanale "Panorama"), Roberto Galli (direttore de "La Provincia pavese") e Luigi Bazzoli (direttore di "Corriere Salute"). Dal dibattito si cercherà di capire come nasce la notizia scientifica, il linguaggio della divulgazione e come viene gestito l'evento scientifico dal giornalista.

(Sandro Repossi)
Copyright © 2017 Areco - Privacy | Disclaimer
Powered by Dolomiti.it Srl